La Villa Romana sita in località Collesecco  si colloca nell’ambito delle grandi ville rustiche sabine del territorio di Forum Novum, capoluogo dell’antica regione; la sua economia era incentrata sulla produzione di colture specializzate quali la vite e l’olivo e la loro distribuzione sul mercato romano tramite il Tevere e la via Salaria. Il ritrovamento di un frammento di orlo di dolio recante il bollo di MCOTTAE, attesta il nome del proprietario dell’edificio, appartenente alla nobile famiglia degli AURELII COTTAE, dalla quale prese il nome il paese di Cottanello

Scavi e ricerche alla Villa

Il notevole complesso abitativo della villa venne individuato verso la fine degli anni ’60, durante alcuni lavori agricoli. Le campagne di scavo vennero effettuate da volontari della pro-loco di allora con la sorveglianza della Soprintendenza Archeologica di Roma tra il 1969 e il 1972 e portarono alla luce gli ambienti attualmente visibili.    La totale assenza dei dati stratigrafici non permette la corretta comprensione di tutte le strutture; è da notare, inoltre, che gli scavi hanno sicuramente demolito alcune strutture allo scopo di mettere in risalto la principale fase abitativa o lo schema planimetrico originale. Nel 1973 l’area archeologica fu protetta con una recinzione e una tettoia metallica, nel 1988 poi,  vennero effettuati dei restauri su tutto l’impianto musivo: i pavimenti furono sezionati, rimossi, posti su dei pannelli rettangolari dopo essere stati integrati con cemento e malta e ricollocati di nuovo in situ.

Le Aperture della Villa Romana sono gestite dalla Soprintendenza.

Inviare una mail a 

info@utc-cottanello.it

per essere inseriti nella lista di attesa ed essere avvisati per le prossime aperture.